NEWS

REGOLAMENTO LEGNO DELL’UNIONE EUROPEA


pubblicato il06/09/2017 10:15:13 sezione News
REGOLAMENTO LEGNO DELL’UNIONE EUROPEA

Al fine di disporre, a livello legislativo, di un valido ed efficace deterrente al commercio non autorizzato di legname all’interno del proprio territorio, l’Unione Europea ha promulgato il 20 ottobre 2010 il cosiddetto Regolamento Legno, più correttamente il Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio che stabilisce gli obblighi degli operatori che commercializzano legno e prodotti da esso derivati (Regolamento UE n° 995/2010).

Pubblicato per la prima volta nella Gazzetta Ufficiale del 12 novembre 2010 e divenuto esecutivo a partire dal 3 marzo 2013, il regolamento determina obblighi e restrizioni per coloro che lavorano e/o commerciano il legno e i suoi derivati all’interno del territorio di uno qualsiasi dei paesi dell’Unione Europea.

In base al regolamento, è fatto divieto agli operatori che lavorano il legno e a coloro che lo commerciano (sia allo stato grezzo che lavorato) di utilizzare materie prime provenienti da tagli illegali o comunque non autorizzata, indipendentemente dalla loro provenienza geografica.

Al fine di ridurre al minimo i rischi di immettere sul mercato legno di provenienza, gli operatori coinvolti nella lavorazione del legno sono tenuti a esercitare una due diligence sui materiali da loro trattati: in sostanza, devono eseguire una sorta di indagine preliminare volta ad appurare la provenienza del legno, la liceità del taglio e l’eventuale fattore di rischio derivante da informazioni incomplete, ambigue o lacunose.

In quest’ultimo caso, l’operatore è tenuto a richiedere ulteriori informazioni e, in caso di persistenza di dubbi, a rivolgersi a un organismo di controllo, al fine di valutare con attenzione il margine di rischio di immissione sul mercato di legno dalla scaturigine fuori dalla legge.
In caso di dolo accertato da parte di uno degli operatori con sede nell’Unione Europea, spetterà al legislatore del paese di appartenenza stabilire l’entità e la natura della sanzione.
Scopo principale del Regolamento Legno è tutelare le aree boschive, le foreste e le macchie sottoposte a deforestazione incontrollata, specialmente in quelle aree del pianeta in cui il livello di tutela delle aree verdi non rientra tra le priorità dei governi locali. Si tratta di un provvedimento inevitabile, dal momento che, ancora oggi, e a dispetto degli indubbi benefici apportati dal regolamento, l’Unione Europea rimane il mercato dove viene smerciata la percentuale più alta di legno proveniente da tagli illegali.

Rivolgersi a un’azienda specializzata nella fornitura di strutture in legno, come la Buini Legnami srl, è il modo migliore per avere la certezza di acquistare materiale conforme alle normative europee: siamo specializzati nella realizzazione di tettoie e pergolati in legno ad Assisi.

Chiamaci per conoscere tutti i dettagli delle nostre materie prime!



Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Leggi articoli simili

CORNIOLO: L’INDISTRUTTIBILE

CASETTE IN LEGNO

Buini legami Umbria

FRASSINO: LA SCELTA GIUSTA PER IL PARQUET

BUINI E GIUSTOZZI

Nuova Porsche Panamera Perugia

PRODUZIONE MONDIALE DI LEGNO

Buini Legnami Perugia

BETULLA: IL LEGNO DEGLI UTENSILI CASALINGHI


PELLET

Produzione e utilizzo

PLASTICA

riciclare

CASTAGNO: UN LEGNO DA SALVARE

EBANO: IL FASCINO DEL NERO