NEWS

ABETE BIANCO: IL PRINCIPE DELLE CONIFERE


pubblicato il06/09/2017 10:26:24 sezione News
ABETE BIANCO: IL PRINCIPE DELLE CONIFERE

Se stai cercando del legno adatto all’uso in edilizia, visita la sede di Buini Legnami srl: forniamo tutto ciò che occorre per la realizzazione di pergolati in legno ad Assisi, compreso dell’ottimo legno di abete.

L’abete è il principe delle conifere, e uno dei legni più pregiati esistenti al mondo. In natura si presenta con dei tronchi alti, spessi e robusti, non di rado molto nodosi: ciò è dovuto all’estrema longevità di tali alberi, i quali, se lasciati crescere in tranquillità, possono superare agevolmente i tre secoli di vita. Molti esemplari addirittura si sono spinti quasi al mezzo millennio.

Il legno dell’abete bianco si presenta compatto e consistente, con un cuore dal colore fra il giallo paglierino e il castano molto chiaro. Malgrado la stazza dell’albero, la materia prima si presenta facilmente lavorabile, anche se la frequente presenza di nodi particolarmente duri rischia spesso di compromettere la regolarità della lavorazione.

La maggior parte dell’umidità contenuta nell’albero si concentra esattamente al centro del tronco e per fare in modo che questa sparisca è necessario sottoporre il legno a una lunga stagionatura prima di poterlo lavorare. Durante questo periodo, tuttavia, possono verificarsi fenomeni di imbarcamento (curvatura e deformazione del legno) o cipollatura (distacco naturale fra due anelli tra loro adiacenti). Ad ogni modo, se il legno riesce ad attraversare indenne (leggi: senza gravi deformazioni o sfaldature) il periodo di stagionatura, l’abete bianco si rivela come una delle materie prime più versatili in circolazione.

In particolare, il legno di abete bianco si presta tranquillamente a processi di impregnatura (rivestimenti con oli e cere, al fine di aumentare l’impermeabilità delle superfici rispetto all’azione degli agenti atmosferici), lucidatura e verniciatura.

In virtù di tali caratteristiche, l’abete bianco si presta a una grande molteplicità di utilizzi: in edilizia sicuramente (per esempio è possibile realizzare splendidi pergolati in legno di abete), ma anche in falegnameria (in particolare per la costruzione di mobili), nell’industria cartaria e in quella navale. In quest’ultimo ambito, in particolare, si rivela un alleato prezioso nella costruzione degli alberi delle imbarcazioni, in ragione del suo tronco alto e dritto che dunque non abbisogna di lavorazioni troppo elaborate, né di assemblaggi modulari di più elementi.
Non trascurabile, infine, l’impiego dell’abete bianco nella costruzione di casse armoniche per strumenti musicali a corda, come violini, contrabbassi e chitarre classiche.



Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Leggi articoli simili

CASTAGNO: UN LEGNO DA SALVARE

QUERCIA: VALORE E RESILIENZA

REGOLAMENTO LEGNO DELL’UNIONE EUROPEA


LEGNO E CELLULOIDE

La scenografia nel cinema

MOGANO: ESSENZA DI PREGIO


ONTANO: IL LEGNO DEI GIOCATTOLI


CERTIFICAZIONI

sul legno