NEWS

TEAK: SEDUZIONE ESOTICA

pubblicato il07/09/2017 09:53:17 sezione News
TEAK: SEDUZIONE ESOTICA

Il teak è un legno ricavato dagli alberi del genere Tectona, una varietà di piante tropicali originarie del sud dell’Asia (in particolare India, Laos, Birmania, Thailandia, Indonesia e Filippine) e attualmente diffusi in tutto il Pacifico, in particolare in Oceania.

Si tratta di alberi dal fusto alto (fino a 40 metri negli esemplari adulti) e perfettamente cilindrico, apprezzati anche come piante ornamentali. Oltre a offrire dei frutti largamente utilizzati nelle tradizioni culinarie indocinesi, il teak offre uno dei legni più pregiati del mercato, la cui reputazione è dovuta principalmente alla sua durevolezza.

Al taglio, il durame del teak si presenta di un colore bruno intenso, con sfumature e venature che variano dal rosso al verdastro, passando per il giallo, fino a tonalità più scure. Il tutto è finemente amalgamato, dal momento che la tessitura del teak è molto fitta, primo indice della densità e della consistenza del materiale.

È considerato un legno pesante ma, contrariamente a quanto si tende a pensare, è tutt’altro che un materiale duro: al contrario, il teak è piuttosto penetrabile e si presta con generosità all’intaglio e all’intarsio.

Ciononostante, una volta sottoposto a essiccatura (operazione che il teak dimostra di non soffrire minimamente) si rivela un legno stabile e pressoché indeformabile, dall’indice di durabilità particolarmente elevato.

Ciò è dovuto principalmente alla concentrazione, al suo interno, di una resina oleosa molto densa e viscosa, che rende il legno inattaccabile a parassiti e funghi, oltre che resistente alle variazioni termiche e atmosferiche.

In virtù delle sue proprietà di autodifesa, resiste ottimamente anche all’azione dell’acqua e della salsedine.

Trattandosi di un legno stabile e durevole, il teak viene impiegato nella realizzazione di ponti e oggetti di arredo per imbarcazioni.

L’industria del mobile e dei complementi d’arredo lo considera un legno pregiato, ed essendo piuttosto raro (la pianta non si adatta a qualsiasi clima, pertanto la creazione di piantagioni al di fuori del suo habitat naturale è oltremodo difficoltosa, e finora solo una serie di cultivar impiantate in Africa hanno riscosso un successo commerciale significativo) i manufatti realizzati con esso possono raggiungere prezzi ragguardevoli.

Ciò malgrado, il teak è utilizzato anche per lavori di impiallacciatura, proprio perché, grazie alle sue capacità protettive, è in grado di offrire un riparo a legni più fragili e attaccabili dagli agenti esterni. Per la stessa ragione, non è infrequente vederlo protagonista di opere di arredamento per esterni.

Ampiamente diffusi, almeno oltre un certo livello di pregio, sono anche i lavori di ebanisteria in teak: bastoni da passeggio, ombrelli, sculture. Infine, con alcune varietà di teak si costruiscono i didgeridoo, tipici strumenti a fiato degli aborigeni australiani.

Buini Legnami a Perugia è un riferimento per la realizzazione di strutture in legno di vario genere dedicate al mondo dell’edilizia, mobilia e altri settori. Contattare la sede per preventivi e informazioni.



Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Leggi articoli simili

FRASSINO: LA SCELTA GIUSTA PER IL PARQUET

PLASTICA

riciclare

CILIEGIO: ESTETICA E FUNZIONALITÀ


BOSSO: IL GIARDINIERE TENACE


DEFORESTAZIONE

mondo

ACERO: INFINITA ELEGANZA

IROKO: IL FRATELLASTRO AFRICANO

QUERCIA: VALORE E RESILIENZA