NEWS

COS’È IL LEGNO LAMELLARE

Elementi lignei formati da sottili lastre

pubblicato il07/09/2017 10:50:44 sezione News
COS’È IL LEGNO LAMELLARE
Elementi lignei formati da sottili lastre

Con il termine legno lamellare si indicano manufatti e strutture in legno lavorato destinati a un uso strutturale. Più precisamente, si tratta di elementi lignei formati da sottili lastre - dette appunto lamelle - lavorate e rifinite (soprattutto per quanto riguarda la piallatura e l’impermeabilizzazione), e successivamente incollate a caldo le une con le altre.

L’utilizzo del legno lamellare ha sostituito progressivamente - ma con una certa rapidità - l’impiego del legno massiccio (ovvero, sostanzialmente, il tronco dell’albero tagliato a misura ed essiccato) in edilizia e in tutte le opere di ingegneria che prevedono l’impiego di strutture in legno: lo scopo è quello di esaltare le proprietà del legno, soprattutto quello lavorato, minimizzandone o cancellando del tutto i possibili difetti.

L’inconveniente principale del legno massiccio (detto anche massello) risiede nella sua apparente forza che contrasta con la sua effettiva fragilità. In altre parole, se l’impressione che si ricava dall’osservazione estemporanea di strutture in legno massiccio è di grande solidità, in realtà basta una piccola imperfezione interna - una crepa, una fessura, un deposito di resina non spurgato - per minarne la tenuta e comprometterne la stabilità, se non nell’immediato sicuramente sul lungo periodo.

Il legno lamellare serve a evitare proprio questo tipo di rischi: infatti, tagliando la materia prima in lamelle sottili (non più spesse di 20 millimetri, salvo esigenze particolari), si ha la possibilità di controllarne in profondità la stabilità, testando in maniera capillare durezza, resistenza e resilienza di ogni singolo elemento.

Il quale, peraltro, potrà essere lavorato singolarmente e stabilizzato dal punto di vista igrometrico, mediante l’utilizzo di materiali impermeabilizzanti. Una volta ultimate tali operazioni preliminari, le diverse lamelle potranno essere incollate a caldo l’una all’altra, con venature contrapposte (in modo tale da assicurare maggiore compattezza e resistenza del prodotto finito).

Il risultato finale è una serie di assi o travi di misure e sezioni differenti, pronte per essere usate negli ambiti più disparati dell’ingegneria civile, dalla costruzione di case e ponti al consolidamento di edifici, fino ad arrivare all’industria del mobile; la quale, pur continuando a preferire - almeno per quanto riguarda i mobili di pregio - il legno massiccio, sta lentamente scoprendo le possibilità, anche creative, che la flessibilità del legno lamellare offre per creare tettoie in legno e altro.

Un altro importante aspetto del legno lamellare è dato dalle sue eccellenti, quanto insospettabili, proprietà ignifughe.

Prima di essere incollate fra loro, infatti, le lamelle vengono sottoposte a un trattamento che rende le superfici resistenti all’azione del fuoco; il quale, di conseguenza, penetra con grande fatica, e soprattutto molto lentamente, all’interno delle fibre dei singoli elementi.

In questo modo, le strutture portanti di un edificio costruito in legno lamellare preservano le loro proprietà meccaniche (in particolare la stabilità) per un tempo relativamente lungo, consentendo l’evacuazione degli ambienti invasi dal fuoco; e al tempo stesso la propagazione di quest’ultimo si rivela fiaccata in maniera sensibile, in modo tale da consentire di procedere alle operazioni di spegnimento.

Per progettare la vostra struttura in legno personalizzata, chiamate la sede di Perugia di Buini Legnami, troverete professionalità e competenza e vostro servizio.



Condividi nei social network   

Indicaci il tuo apprezzamento nei social network   

Leggi articoli simili

FAGGIO: UN CONCENTRATO DI CALORE


ABETE ROSSO: IL LEGNO DEGLI ALBERI ETERNI


IROKO: IL FRATELLASTRO AFRICANO

BETULLA: IL LEGNO DEGLI UTENSILI CASALINGHI


MOGANO: ESSENZA DI PREGIO


COME SONO FATTI I TETTI IN LEGNO

REGOLAMENTO LEGNO DELL’UNIONE EUROPEA


PARQUET

Come scegliere un parquet