NEWS


La Toscana, le sue foreste e, soprattutto la sua programmazione della gestione del paesaggio, sono oggetto del report SOFO 2018 (State of World's Forests) curato dal Dipartimento delle Foreste della FAO (Food and Agricoltural Organization). Il rapporto SOFO, redatto ogni 2 anni a partire dal 1995, evidenzia in particolare la gestione del patrimonio forestale in coerenza con gli obiettivi dello sviluppo sostenibile.
pubblicato il11/06/2019 10:56:31 sezione News
Visualizza dettagli

VITA SANA


Sappiamo bene quanto una vita sana ed equilibrata trascorsa lontano dallo smog e il più possibile a contatto con la natura, possa essere importante e incidere positivamente sulla nostra salute mentale e fisica. Nascono proprio per questo le "Prescrizioni della natura", un programma ideato dall'associazione Healthy Shetland, team di miglioramento della salute che fa parte del NHS (National Health Service) Shetland. L'organizzazione propone nuovi metodi per migliorare il benessere e la salute delle persone tramite iniziative all'area aperta e che hanno come protagonista l'ambiente naturale unico
pubblicato il11/06/2019 10:44:20 sezione News
Visualizza dettagli

Legno, un settore da 1,5 miliardi di euro di valore aggiunto


Legno, un settore da 1,5 miliardi di euro di valore aggiunto
Il bosco è in fase di espansione in Alto Adige, e le aziende attive nel settore della lavorazione del legno in provincia sono oltre 2.000. Il bilancio e le prospettive per foreste, malghe ed economia montana sono state al centro della presentazione della Relazione agraria e forestale 2017 alla presenza dell’assessore Arnold Schuler. «Le aziende del settore legno generano un valore aggiunto di oltre 1,5 miliardi di euro l’anno e si trovano principalmente al di fuori dei centri urbani, motivo per cui rappresentano un presidio occupazionale
pubblicato il28/12/2018 18:35:35 sezione News
Visualizza dettagli

CERTIFICAZIONI

sul legno

Per la prima volta, 200 milioni di ettari di foreste in tutto il mondo sono certificati FSC. Un grande traguardo per il sistema del Forest Stewardship Council, riconosciuto a livello internazionale come il più affidabile nel garantire alti standard ambientali e sociali.
Il 9 febbraio 2018, con le due nuove certificazioni FSC-C137200 e FSC-C131921, l’aggiornamento giornaliero dell'area certificata riportato sul sito web di FSC International ha segnato esattamente 200.016.962 ettari.

Per la prima volta, l'area forestale certificata FSC sulla terra supera la soglia di 200 milioni. Ciò dimostra
pubblicato il19/12/2018 10:18:44 sezione News
Visualizza dettagli

PLASTICA

riciclare

RICICLARE plastica non salverà i mari del pianeta. Lo sostiene il rapporto "Plastica: il riciclo non basta. Produzione, immissione al consumo e riciclo della plastica in Italia" redatto dalla Scuola agraria del Parco di Monza per conto di Greenpeace, in cui viene analizzata la situazione specifica relativa alla sola plastica da imballaggi e all'efficacia del sistema di riciclo nel nostro Paese - e non complessivamente a tutta la plastica immessa sul mercato - per contrastare l'inquinamento più grave dei nostri tempi.

PLASTIC RADAR Segnala i rifiuti in spiaggia e in mare


Con una produzione
pubblicato il17/12/2018 10:48:59 sezione News
Visualizza dettagli

DEFORESTAZIONE

mondo

Gli appelli internazionali contro la deforestazione non bastano
(Rinnovabili.it) – Le foreste rappresentano l’oro verde del Pianeta. Grazie alla capacità di stoccare il carbonio, conservare acqua e suolo e fornire sussistenza a miliardi di esseri viventi, svolgono un ruolo insostituibile a livello biologico ed economico. Nonostante ciò, le attività di deforestazione a livello mondiale continuano senza sosta: solo nell’ultimo anno il mondo ha perso una superficie alberata pari all’estensione dell’intera Italia. A sostenerlo è la Global Forest Watch (GFW), applicazione web open source creata dal
pubblicato il17/12/2018 10:38:54 sezione News
Visualizza dettagli

RISTORANTE PAESI BASCHI

Legno di betulla dentro una Struttura esistente

Lo Studio di Architettura RO&AD realizza un ristorante all'interno di una struttura esistente ad Amersfoort, nei Paesi Bassi. Il legno come linea comune degli interni, arredo e struttura per la sala.

Alcuni clienti sono aperti a tutto e quando c'è un clic, la magia può essere fatta.

Le impossibilità diventano possibili, la gente rischia tutto e la vera creatività è scatenata in ogni area. I problemi diventano sfide e svaniscono nell'aria sottile. Il risultato può essere straordinario, come in questo caso.

Questi clienti esperti volevano sviluppare un concetto innovativo per il loro ristorante
pubblicato il15/12/2017 22:59:14 sezione News
Visualizza dettagli

AUMENTO PREZZI IMBALLAGGI

Segno più per gli indici di legno massello, compensato e OSB

Nel terzo trimestre 2017 gli indici dei prezzi di imballaggi in legno, pallet e imballaggi per l’esportazione hanno segnato incrementi rispetto al trimestre precedente.

fonte: Un articolo di Kathrin Lanz (tradotto da Eva Guzely)
pubblicato il15/12/2017 22:54:50 sezione News
Visualizza dettagli

LEGNO E CELLULOIDE

La scenografia nel cinema

C’era una volta Cabiria, poderoso film muto italiano diretto da Giovanni Pastrone, regista ingaggiato per la Itala Film di Torino, che prima della nascita di Cinecittà era forse l’epicentro della produzione cinematografica italiana.

Era il 1914, e quell’improbabile film storico-mitologico, con una trama che oggi non faticheremmo a definire da sceneggiato televisivo, attirò nelle sale centinaia di migliaia di persone.

Tuttavia, l’attrazione principale del film non era la sceneggiatura, e nemmeno gli attori; tutto sommato, non era neanche Gabriele D’Annunzio, che pure aveva firmato la sceneggiatura.
pubblicato il07/09/2017 12:17:07 sezione News
Visualizza dettagli

PRODUZIONE MONDIALE DI LEGNO

Buini Legnami Perugia

Partiamo con alcuni numeri: poco meno di venti anni fa, nel 1998, la produzione annuale di legno non destinato alla combustione su scala mondiale superò il tetto degli 1,5 miliardi di metri cubi, mentre quella totale - che includeva dunque anche la legna da ardere - scendeva da 3,5 a 3,2 miliardi di metri cubi.

Un dato significativo che stava a indicare una cosa: alcune economie cosiddette “povere”, di paesi emergenti che stavano lentamente scoprendo una forma (magari effimera) di ricchezza, avevano cominciato a dismettere i loro sistemi di produzione di energia basati sulla combustione della
pubblicato il07/09/2017 12:11:30 sezione News
Visualizza dettagli